Il Caffe, 14.10.2007

© Il Caffé, 14.10.2007

La società / Bellezze elvetiche più che ruspanti sul calendario

di Patrizia Guenzi

Dodici giovani paesane in pose ammiccanti per sfogliare il 2007

HERGISWIL - Pensava di non rivederlo mai più. E, soprattutto, che nessuno se ne ricordasse. Soprattutto in Italia, dove lavora la maggior parte del tempo. Invece, Michelle Hunziker, la showgirl nata a Lugano, l’altra sera è stata presa in contropiede durante una puntata del tg satirico di Canale5 “Striscia la notizia”. Visibilmente imbarazzata, ha assistito alla performance del suo “compagno” conduttore. Ezio Greggio imitando la parlata ticinese, metteva sotto il naso un manifesto che la ritraeva in un look decisamente bucolico. Treccine bionde, sorriso smagliante (questo non è una novità) e vestito campagnolo, in cui la Hunziker, la scorsa primavera, invogliava a sostenere i contadini svizzeri. Ora, a pochi mesi di distanza, qualcuno ha fatto il bis, con foto altrettanto bucoliche, anche se decisamente più osè. È il Calendario contadino (www.bauernkalender.ch) 2007. Seimila esemplari con dodici bellezze nostrane, dai 19 ai 35 anni, che posano in un contesto agreste.

Tuttavia, se la Hunziker sembrava Heidi rediviva, queste ragazzotte - dieci svizzero tedesche e due romande - alimentano ben altri pensieri. Certo, niente a che vedere con le schedine, letterine e vallette seminude che spopolano in tv (e non solo). Nemmeno con i calendari patinati, in cui la ragazza sembra un essere dalla perfezione assoluta e i ritocchi si sprecano, senza nulla togliere alla bellezza della protagonista. Per le “contadine svizzere” si tratta di tutt’altre foto. Anche l’ambientazione, niente isole da sogno, ma una fattoria dai toni veraci, con tanto di mucche, capre e galline. Ma, soprattutto, nessun ritocco sul corpo delle protagoniste: i seni, infatti, non sono sempre sodi e perfetti. Così le gambe che, in alcuni casi, lasciano intravedere un po’ di cellulite. In altre, poi, la ceretta non è stata fatta alla perfezione.

Ma tant’è… Sono ragazze che vivono la dura realtà dei contadini e che, per una volta, hanno voluto prendersi un po’ in giro. Comunque, non solo gambe e seni ammiccano tra le pagine del calendario. Ad aprile c’è una ragazza, Andrea, 21 anni, che senza vergogna rivela il suo dramma. Da bambina, a causa di un cancro, ha perso una gamba e ora porta una protesi. Non si nasconde e si fa fotografare con una sottanina e le gambe in evidenza. Anche due madri di famiglia: le romande Anne e Sophie. La prima, 35 anni, abita col marito e i quattro figli in una fattoria che gestisce con altre tre famiglie, occupandosi della vendita diretta dei prodotti. L’altra, 29 anni, è assistente veterinaria e con il compagno e i tre figli alleva cavalli.

Presseartikel 2014